quando lui non ti ama più cosa fare

Quando lui non ti ama più: cosa fare? 5 mosse per risorgere

C’è un momento preciso durante la fine di un rapporto, che dovrebbe necessariamente coincidere con la decisione di smettere di tentare l’impossibile e scegliere invece di arrendersi e andare oltre. Questo preciso momento scatta quando lui non ti ama più. Cosa fare in questa difficile circostanza e quali atteggiamenti mettere in atto sono due passi fondamentali per evitare di soffrire troppo a lungoriprendere in mano la propria vita nel più breve tempo possibile. Realizzare la fine di un sentimento può richiedere molto tempo e può essere un processo piuttosto doloroso ma è anche l’unico vero modo per prendere coscienza del fatto che quella strada è ormai cieca e non può più portare in nessuna direzione. Sono tanti i segnali che possono indicarci che un rapporto è ormai giunto al capolinea, e li vedremo in seguito, qui voglio soffermarmi sulle cose da fare una volta che si è giunti alla consapevolezza che non si è più ricambiati dal proprio partner. Ma nello specifico, quindi, cosa devi fare quando realizzi che lui non ti ama più? Qui di seguito provo a suggerirti 5 mosse che ti aiuteranno a ripartire da te stessa e a lasciarti il passato alle spalle più facilmente.

1. Quando lui non ti ama più, semplicemente accettalo

C’è una cosa che devi fare prima di tutto quando lui non ti ama più: accettarlo. Può sembrare un consiglio superfluo e ridicolo, ma la maggior parte degli strascichi emotivi di questo tipo nascono proprio da una mancata accettazione della fine del legame. Accettare la fine di un rapporto, e di un sentimento, e fingere di farlo sono due cose completamente diverse e portano a due condizioni interiori completamente diverse. L’accettazione comporta l’elaborazione del lutto, il coraggio di lasciarsi attraversare dal dolore e l’abbandono della speranza di un possibile ritorno. Vivere in attesa infatti, è l’esatto contrario dell’accettazione e provoca frustrazione e altro dolore, più intenso e lungo di quello che si sperimenta nell’accettazione del lutto. Accettarlo significa quindi, prendere coscienza di quanto si sta vivendo adattando un punto di vista il più oggettivo possibile e non aggrapparsi a parole, ricordi o gesti irrilevanti in grado di deformare la percezione del fatto e auto-sabotarci. Serve coraggio, ma soprattutto amore per se stesse. Nel momento in cui hai piena consapevolezza che lui non ti ama più, non devi fare che un semplice regalo a te stessa: andare. In questa fase, senza dubbio difficile, puoi anche avvalerti di un aiuto psicologico, utile per elaborare il dolore e le sue dinamiche con maggiore facilità. Ricorda: serve solo un po’ di tempo, ma devi sempre confidare nel fatto che raggiungerai la meta e smetterai di sentire dolore, ritrovando addirittura una felicità più piena.
quando lui non ti ama piu

2. Metti a tacere le emozioni e cerca di razionalizzare

Quando lui non ti ama più, devi cercare di  mettere in stand by per un po’ la tua parte più emotiva e irrazionale, ossia quel lato vulnerabile e romantico che ti farà soffermare maggiormente sugli aspetti belli di lui e della storia passata, rendendoti più difficile il percorso di elaborazione e ritardando la tua rinascita. È necessario che in questa fase delicata ti faccia guidare da una parte razionale che ti permetta di vedere le cose per quelle che sono, analizzare con maggiore lucidità quanto accaduto ed evitare di avere ricadute o tentare una inutile riconciliazione. Sarebbe impossibile, oltre che ingiusto, eliminare la tua parte più fragile ed emotiva, devi solo cercare di assicurarti, con un po’ di impegno e una buona dose di selflove, di far prevalere il cervello sul cuore, come fosse una guida che lo preserva da false speranze e ulteriore dolore e lo conduce piano piano verso la serenità e una nuova fase, tutta da vivere.

3. Quando lui non ti ama più, riparti da te stessa e dalle cose che ami

Un ottimo antidoto per vincere il dolore con maggiore facilità e più in fretta è focalizzarsi su te stessa e le cose che ami. Proprio così: questo è il momento giusto per dare ascolto ai tuoi gusti e alle tue passioni. Viziati più che puoi e trattati con amore: hai bisogno di ritrovare un po’ di positività e di mettere a tacere la parte più vulnerabile per risalire piano piano e rinascere. Ma cosa significa concretamente? Molto semplicemente, partire da quello che ami fare e introdurlo il più possibile nelle tue giornate. Eccoti qualche esempio: sei un’appassionata di thriller? Corri in libreria e scegli il titolo che più ti ispira e goditi la tua lettura che distoglierà sicuramente l’attenzione da pensieri malinconici e poco produttivi. Ami cucinare dolci? Regalati un ricettario o spulcia in rete e mettiti al lavoro. Insomma, qualsiasi cosa che ti permetta di concentrarti su te stessa, sfruttando le tue passioni e allontanando i pensieri. Non è necessario pensare ad azioni o attività eccessivamente impegnative, puoi anche puntare su piccoli gesti che abbiano però un potere salvifico su di te, come circondarti delle tue amiche del cuore e trascorrere un po’ di tempo con loro, passare un intero pomeriggio a farti coccolare dal tuo cane, andare nel tuo ristorante preferito almeno una volta a settimana, acquistare un vestito che ti piace, riguardare tutti i tuoi film preferiti.
A questo punto, ti consiglio di fare un esercizio molto utile da cui partire: prendi carta e penna e stila una lista di 10 cose che ami fare e che ti rendono felice. Puoi anche aumentare la lista, l’importante è che arrivi a trovarne almeno una decina. Ora cerca di introdurre queste attività il più possibile nella tua routine. È un ottimo inizio per iniziare a sentirsi meglio.
quando lui non ti ama più

4. Concediti del tempo per ripartire

Non avere fretta, ti serve tempo. Nel momento in cui realizzi che lui non ti ama più, devi cercare di non essere troppo severa con te stessa, concederti del tempo di recupero e perdonarti eventuali ricadute. Non sei un interruttore automatico: è perfettamente normale non sentirsi subito al top ma passare attraverso diversi stadi prima di ricominciare a stare bene. Armati di pazienza e gioisci dei piccoli progressi che fai ogni giorno. Anche in questo caso ti consiglio un piccolo esercizio: a fine giornata, segna su un foglio almeno 3 cose di cui sei fiera e che consideri micro progressi del tuo percorso verso la rinascita. Ti aiuteranno a sentirti più forte e positiva e ti accorgerai di essere sempre più vicina alla tua meta.

5. Non avere paura del dolore: è una fase!

Quando lui non ti ama più, non puoi che provare dolore, e si tratta di un passaggio del tutto normale, cerca quindi di considerarlo sin da subito come parte integrante del processo e tappa fondamentale per tornare a vedere la luce. Ricorda che anestetizzarlo ed evitarlo non farà che prolungare la tua riabilitazione e ritardare la guarigione. Si tratta infatti di una fase essenziale per superare il lutto ed elaborarlo completamente: ti sembrerà spesso di essere immobile, in realtà stai progressivamente risalendo, ogni giorno un po’ di più, senza che tu te ne renda conto, ma in breve tempo ti accorgerai di aver fatto passi da gigante e ti sentirai molto meglio. Tutto ciò che non comporta un faccia a faccia con il tuo dolore non è altro che una scorciatoia inutile e dannosa. Il dolore, inoltre, porta con sé un dono straordinario: farti crescere e renderti una persona migliore. È infatti grazie alla sofferenza che si imparano doti e virtù e si scoprono qualità che non si conoscevano di se stessi. Guarda quindi al lato positivo e mettici tutta te stessa per attraversare il fiume e giungere il prima possibile sull’altra sponda: quando questa fase sarà superata, ti guarderai indietro e non potrai che essere fiera del tuo coraggio e della forza avuta nell’attraversarlo e vincerlo.
quando lui non ti ama più

Commenti

2 Comments

  1. Quando una persona si permette di sedersi in cattedra e dar consigli su come gestire le difficoltà della vita ( che poi, le situazioni possono esser talmente tante e sfaccettate che generalizzare non puó esser di aiuto a nessuno) dovrebbe quantomeno aver *provato* prima a metterle in pratica. Parlaci della tua meravigliosa vita, dei tuoi successi amorosi,prima di cercare di insegnarci a vivere la nostre.

    1. Se vuoi vedere le meravigliose vite di qualcuno, hai un sacco di altri blog o account Instagram da visitare, con cui rifarti gli occhi. Qui non si mette in mostra niente. Ho un master in coaching e sto cercando di farlo fruttare per aiutare gli altri e anche me stessa ad affrontare la vita quotidiana e il mondo delle relazioni. Si tratta di consigli, per chi ha piacere di ascoltarli, non ordini o posizioni da “cattedra” da imporre come ricette mediche. Chi ti ha detto, oltretutto, che quello che consiglio in questi pezzi, non sia quello che ho sperimentato e sperimento in prima persona? Nasce proprio dalla mia esperienza di vita e dal percorso di studi che ho fatto e faccio tuttora quello che scrivo e condivido.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *